Google
 
Web www.scienzaemistero.com

  Rivista Bimestrale di Ufologia, Mistero, Astronomia, Scienze di Frontiera, Archeomisteri, Esobiologia, Informazione Alternativa... 

(N°0) (N°1) (N°2) (N°3) NUMERO 4, SETTEMBRE-NOVEMBRE 2008

Vi ricordiamo Scienza e Mistero Podcast

N.1: Presentazione rivista e sommario (16.80 MB)
N.1 Light: Presentazione rivista e sommario (5.32 MB) 

Sommario con Brevi Estratti





Editoriale

a cura di Eugenio Ballini, eug67@supereva.it, Membro Gruppo Camelot, European UFO Survey e Associazione Sentinel Italia - Pag.4

In questi periodi è veramente difficile non pensare alle diverse guerre sparse per il pianeta, agli attentati e alle sofferenze di milioni di persone.... mi è capitato di riflettere su questo, quando, in vacanza lontano dall’Italia, ho visto su Sky News le immagini dello strano conflitto tra Georgia e Russia; mi sono ritrovato a meditare appunto sulla sofferenza delle persone, sui problemi sparsi nel mondo e mi sono detto:
“Ma con tutto questo casino, che senso ha portare avanti le nostre passioni?”
Che senso ha, ho pensato, di fronte a tutto ciò, continuare con quello che in questi ultimi anni abbiamo fatto? Continuare con la ricerca, la divulgazione, la lotta alla disinformazione e al debunking, in un ambito come quello dell’ufologia e della scienza borderline (anche se, sinceramente, c’è più che mai bisogno di corretta informazione), invece di occuparsi di altre tematiche, giudicate più importanti dalla gente?
Ed invece, è proprio in momenti come questi che bisogna riflettere bene su questi argomenti, stringere i denti, tirarsi su le maniche e continuare con più voglia e più passione di prima.
Questo perchè se si vuol aiutare il mondo, nel suo insieme, a progredire, ogni persona deve farlo, un passo per volta, pezzo dopo pezzo, con le proprie passioni e con i mezzi che ha a disposizione.
I nostri mezzi sono questi..... sfruttiamoli al meglio.

Buona lettura,
Eugenio Ballini

P.S.: Un piccolo consiglio..... leggete, sul nostro sito web, l’ultimo scritto, ironico, pungente, graffiante, ma nello stesso tempo energico, deciso, e molto veritiero, del Dr.Teodorani: “Il Fischio del Pollo”.... leggetelo (NdA: lo trovate qui), rileggetelo e rifletteteci sopra.



Un Pianeta Esterno al di là di Plutone e l’Origine dell’Architettura della Cintura Trans-Nettuniana

Autori: Patryk S. Lykawka e Tadashi Mukai, patryk@dragon.kobe-u.ac.jp, Kobe University, Graduate School of Science - Earth and Planetary Sciences, 1-1 rokkodai-cho, nada-ku, Kobe, 657-8501, Japan
traduzione a cura di Eugenio Ballini, eug67@supereva.it, Membro Gruppo Camelot, European UFO Survey e Associazione Sentinel Italia - Pag.5
(Accettato dal “The Astronomical Journal”, in data 11 dicembre 2007)

Abstract
Gli Oggetti Trans-Nettuniani (TNOs = Trans-Neptunian Objects) sono i residui di un disco planetesimale [1] situato esternamente al sistema solare, che si evolve dinamicamente e con collisioni.
Questa complessa struttura, conosciuta anche con il nome di Cintura Trans-Nettuniana (Trans-Neptunian Belt) o Cintura di Edgeworth-Kuiper (Edgeworth-Kuiper Belt), potrebbe rivelare importanti indizi sulle proprietà dei dischi, sulla formazione dei pianeti e su processi evolutivi ulteriori. In contrasto con le previsioni della teoria dell’accrescimento, i TNO mostrano in modo sorprendente delle eccentricità, e [2], e delle inclinazioni, i [3], decisamente accentuate, le quali possono essere raggruppate all’interno di classi dinamiche distinte. Sono stati indicati diversi modelli per spiegare l’origine e l’evoluzione orbitale dei TNO, ma nessuno di questi ha riprodotto le osservazioni in maniera dettagliata, per esempio tutte le classi dinamiche e gli oggetti peculiari, o ha fornito predizioni intuitive. Basandoci su simulazioni estensive di dischi planetesimali con la presenza dei quattro pianeti giganti e di planetesimi massivi (o pianeti massivi), noi proponiamo la seguente ipotesi: la storia orbitale di un pianeta esterno avente la massa pari ad un decimo di quella della terra potrebbe spiegare la struttura orbitare della Cintura Trans-Nettuniana. Questo corpo massiccio fu probabilmente sparpagliato e disseminato da uno dei pianeti giganti, il quale ha poi rimescolato il disco planetesimale primordiale fino ai livelli osservati a 40-50 AU (Unità Astronomiche [4]) e l’ha spezzato a circa 48 AU, prima della migrazione del pianeta. Il pianeta esterno ha successivamente acquisito un’orbita stabile inclinata (=100 AU; 20–40°), a causa della interazione risonante con Nettuno ......(continua sul N°4 della rivista "Scienza e Mistero")



Intelligenze Altre. Conferenza in Cardano al Campo (VA), 5 ottobre 2008

Report a cura di Sabrina Biganzoli, bigsab@dido.net, Membro Gruppo Camelot e Segretaria Associazione Sentinel Italia  - Pag.7

Vite visibili, invisibili, complesse, potenti e strutturate sono ormai oggetto di studi scientifici da diverso tempo; bisogna però distinguere chi, da questo studio, cerca – con coerenza e coscienza – esclusivamente di analizzare i dati estrapolandone modelli scientifici, da chi al contrario tenta solo di trarne profitti economici in modo squallido e meschino.
La ricerca, quella vera, è uno dei principali obiettivi dell’amico astrofisico Dr. Massimo Teodorani, che, domenica 5 ottobre u.s., nell’elegante e sobria cornice del Novotel di Cardano al Campo (VA), ci ha relazionato in modo squisito e diretto sulla possibilità dell’esistenza di intelligenze aliene e sui modi per studiarne l’eventuale evidenza.......Cut
Teodorani è partito con il progetto SETI, descrivendone gli assunti ma anche discutendone i limiti.
In effetti, seppur accettando la validità del SETI in sé, si ha motivo di ritenere che esistano anche metodi di ricerca di tipo astronomico più validi per l’identificazione di possibili intelligenze extra-solari, le quali, nel corso della loro probabile attività di migrazione attraverso la galassia, potrebbero essere arrivate a colonizzare per intero il loro sistema stellare (con effetti visibili dai nostri telescopi), ed essersi spinte fino al nostro Sistema Solare, nonché la Terra. Potremmo essere in presenza anche di forme di vita non-organica, evoluta in maniera intelligente, afferma Teodorani. Inoltre, se ci avvaliamo della teoria delle superstringhe, potrebbe esserci anche la possibilità che la vita si sviluppi su piani dimensionali diversi dal nostro.
.Una delle più grandi potenziali innovazioni......(continua sul N°4 della rivista "Scienza e Mistero")

Potete leggere il report della conferenza in versione integrale in questa pagina e sul sito della Ass.ne Sentinel Italia: www.sentinelitalia.org 



Bretagna Misteriosa. Chiesa di Trehorenteuc o Chiesa del Graal?

a cura di Anna Maria Mandelli, annamariamandelli@tiscali.it (ricercatrice, Membro Sentinel Italia, Ass.Libero Arbitrio e Gruppo Camelot) - Pag.8

Molti sono i turisti che sbarcano in qualsiasi stagione, ma soprattutto d’estate nella foresta di Paimpont, non tutti riescono però a capire e a godere fino in fondo dei complessi significati e delle magiche attinenze che compongono tutta Brocéliande. Non è solo un punto sulle cartine geografiche…e molto di più!!
Se un giorno passate da lì, in Bretagna, una visita s’impone a questo luogo! Con il suo immenso lavoro di restauro a questa piccola chiesa, l’abate Henri Gillard s’inserisce nella lista degli eroi del mito della foresta di Brocéliande. Sembra che solo a Trehorenteuc si sia celebrato cosi tanto la celebre e mitica coppa!
E’ uno straordinario museo permanente della leggenda arturiana; la chiesa ci appare modesta nel cuore della piccola borgata che si attraversa per andare nella “Valle senza ritorno” (Val sans retour) e dà al visitatore nuovi chiavi per avvicinarsi alla ricerca del Graal.
Henri Gillard pone il suo piede a Trehorenteuc nella Pasqua del 1942. Piccolo, povero e mal servito villaggio nella foresta di Paimpont e che conta poco più di 150 abitanti che hanno dimenticato il cammino verso la fede. Ecco come appare il paese ai suoi occhi!
La sua nomina per lui non è una promozione, infatti scrive nel duo diario “il Vescovado mi ha inviato qui per penitenza?” Forse non immagina che il suo servizio durerà per 20 anni!
Cercherà di ridare alla sua parrocchia una vita spirituale, cosi inizia con il restauro della sua chiesa nell’estate del 1942, lavori che dureranno ben 12 lunghi anni. Si rivela con un animo molto sensibile a questi magici luoghi; il ricordo dimenticato della leggenda della Tavola Rotonda, presenza immateriale......(continua sul N°4 della rivista "Scienza e Mistero") 



Echi dagli Antichi Re di Atlantide

a cura di Axel Famiglini, pytheas@virgilio.it, Ingegnere meccanico, studioso e ricercatore del mito di Atlantide e enigmi delle civiltà antidiluviane, curatore del sito "Panta Rhei" http://it.dada.net/freeweb/pantarhei.freeweb/index.htm  - Pag.10

Nella storia delle grandi indagini, indizi ritenuti inizialmente irrilevanti si sono trasformati spesso in elementi decisivi per la comprensione di casi di apparente impossibile soluzione. Uno di questi piccoli, ma fondamentali tasselli, è probabilmente un passo tratto dall’opera dello scrittore romano Claudio Eliano (II-III secolo d.C.), “La Natura degli Animali”, nel quale l’autore tramanda una tradizione molto antica riguardante i re della mitica isola di Atlantide. Eliano riporta che “secondo una diceria diffusa presso la gente che abita lungo le rive dell’Oceano, gli antichi re dell’Atlantide, nati dalla stirpe di Poseidone, portavano sul capo le bende che si vedono attorno alla testa dei montoni marini: esse erano l’emblema della loro autorità […][1]
Di primo acchito questa dichiarazione non sembra dirci nulla di straordinario. Abbiamo già accennato in questa sede [2] agli “Atlanti”, popolazione che risiedeva un tempo lungo le sponde dell’Oceano Atlantico dell’Africa Nord-Occidentale, di cui ha scritto per lunghe pagine Diodoro Siculo nella sua famosa opera storiografica “Biblioteca Storica”.
Eliano stesso probabilmente, in una maniera forse inconsapevole, ci ha tramandato notizie appartenenti al popolo degli “Atlanti”, traendo linfa dalla medesima tradizione storica dalla quale anche Diodoro stesso aveva attinto qualche secolo prima.
Se vogliamo tentare di comprendere il vero significato della descrizione che Eliano ci ha proposto nel suo breve passaggio tratto dalla sua voluminosa opera di erudizione, dobbiamo innanzitutto mettere in evidenza il fatto che il termine “montone marino”, quasi sicuramente, si riferisce......(continua sul N°4 della rivista "Scienza e Mistero")



Vimana: Astronavi nel Passato?

a cura di Liliana Santi, lilias15@libero.it, ricercatrice e webmaster "Misteri Forum", impegnata su diversi fronti nel sociale - Pag.12

Alcuni trovano eloquente il fatto che di avvistamenti UFO si parli solo di recente, quando la tecnologia e gli investimenti profusi dai governi nel settore aerospaziale consentono davvero l’opportunità di avvistare prototipi di velivoli non identificati.
Mentre invece da molti testi antichi, non solo religiosi, si desume chiaramente che si parla di velivoli inspiegabili per quell’epoca. Proviamo ad immaginare un uomo di 2000 o di 5000 anni fa come potrebbe spiegarsi un velivolo, o come potrebbe vedere un bombardamento aereo se non come una prodigiosa pioggia di fuoco.
Alcune fonti come la Bibbia parlano di carri di fuoco, altri di nuvole volanti:
"Mentre essi continuavano a camminare discorrendo,ecco un carro di fuoco e dei cavalli pure di fuoco che li separò l'uno dall'altro ed Elia salì al cielo in un turbine". (Libro dei Re - II Re 2, 11)
"Chi mai sono costoro che volano sopra una nuvola,come piccioni che volano verso la loro piccionaia?". (Isaia 60, 8)
"Ecco, egli sale come nubi e come un turbine sono i suoi carri,i suoi cavalli sono più veloci delle aquile". (Geremia 4, 13)
Mentre altre fonti, come il Mahabharta e il Bagavata Maha Purana, scritti quasi 5000 anni fa, riportano storie preesistenti tramandate oralmente e ci raccontano di scenari simili a quelli di una guerra nucleare, definendo in particolare una “arma estrema” il BRAHMASTRA: sembra trattarsi di un’arma nucleare dagli effetti simili se non più devastanti di quelle moderne. Entrambi i libri indicano il luogo dove si svolse la battaglia, KURUKSHETRA per Mahabharata e SRILANKA per il Ramayana. Da tutti i testi si desume che la dinastia dei Kuru stava perdendo la guerra quando Asvathama decide di usare l’arma. Viene precisato anche che gli effetti di questa arma “estrema” erano devastanti tanto che oltre alle schiere nemiche avrebbe potuto distruggere l’intero pianeta. Dall’altra parte......(continua sul N°4 della rivista "Scienza e Mistero")



Gli Uomini in Nero... (Prima parte)

a cura di Paolo De Gaetano, centroricerchecs1@libero.it (Membro Gruppo Camelot, HWH22 e Stargate Group, Responsabile Centro Ricerche Leonardo Da Vinci Cosenza1 e Calabria) - Pag.14

I ricercatori che da anni seguono le tematiche ufologiche in ogni loro risvolto, conoscono bene le vicende legate agli uomini in nero o se vogliamo alla più commerciale versione americana “Men in Black”, no non quelli del cinema, amici e burloni cacciatori di alieni disubbidienti, ma personaggi di cui si ignora ancora oggi a distanza di tanti anni dalla loro comparsa, chi essi siano e da dove vengano, per chi lavorino ed il perché della loro presenza “fuori” dal normale, comunque misteriosi e meno amichevoli di come si possa credere.
Chi non ha mai inteso questo lato della tematica ufologia per poca conoscenza del fenomeno e dei suoi risvolti, resterà un po’ perplesso e confuso, con una linea di scetticismo che è sempre presente nella ricerca ufologica e non solo, mentre chi si è sempre ostinato a relegare il fenomeno nelle leggende legate all’ufologia, farebbe bene ad essere maggiormente informato su quello che fu l’inizio di un’altra “inquietante” presenza nella vita di molti ricercatori ufologici, che si concludeva spesso con spiacevoli epiloghi; è doveroso quindi ripercorrere qualche informazione storica per far comprende meglio il fenomeno ai meno informati, sperando di dare una buona idea di chi siano questi personaggi molto scomodi per tutti i ricercatori che disgraziatamente vi hanno avuto a che fare.
Come tutti ormai sapranno, l’evento che diede l’input all’ufologia moderna scaturì dall’avvistamento di Kenneth Arnold in quel lontano 24 Giugno 1947, almeno per la ricerca ufologica recente, dato che la presenza aliena nella storia dell’uomo risale agli albori della sua comparsa sul pianeta. L’inquietante manifestazione fisica di questi strani personaggi avvenne giusto un giorno prima del avvistamento di Kenneth, infatti, il 23 Giugno del 1947 un certo Harold A. Dahl insieme al figlio ed il suo cane, si trovava su una barca a Puget Sound, nei pressi dell’isola di Maury......(continua sul N°4 della rivista "Scienza e Mistero")



Euro, Non Solo Banconote

a cura di Luigi Della Chiesa, drago@sentinelitalia.org, Membro Gruppo Camelot e Sentinel Italia, webmaster www.sentinelitalia.org - Pag.16

Un silenzio assordante immergeva la valle dentro l'alba dell'umanità,una piccola comunità metteva brandelli di carne sopra la brace ardente,frutto di una battuta di caccia molto proficua,oramai si avvicinava la notte schiarita a tratti dai bagliori del fuoco,mentre alcune donne preparavano la carne, un uomo meditava sulla giornata passata a fare il suo dovere di cacciatore,i pensieri si fecero sempre più forti,ad un certo punto fu folgorato dalle sue emozioni,cercò a quel punto di fermare quei ricordi di caccia riproducendoli a modo suo su una grossa roccia.
La roccia veniva scheggiata pian piano,il picchettare echeggiava su tutta la valle deserta,comparvero le prime linee, alla fine sulla roccia vi era impresso un disegno talmente stilizzato che solo lui poteva comprenderne il reale significato,e questo gli fece prendere consapevolezza che la caccia era il punto di riferimento della sua tribù da tramandare alle generazioni future.
Passano i secoli l'umanità si evolve,ma la voglia di esprimersi con l'arte attraverso la simbologia rimane immutata,oggi molti studiosi da tutte le parti del mondo si recano in quella valle per cercare d'interpretare i simboli sulla roccia impressi dal nostro antenato cacciatore.
I Simboli sono un riferimento importante per dare una lettura completa ad un opera d'arte, la quale molte volte può rappresentare una linea di pensiero,una via che si sta perseguendo non solo a livello individuale,ma anche a livello collettivo di appartenenza verso uno stato,un organizzazione,ecc...
Ogni giorno senza rendercene conto ci passano davanti agli occhi simboli che ci danno un messaggio,ma noi presi dalla quotidianità non riusciamo a fermarci un attimo per guardare bene ciò che tocchiamo tutti i giorni, mi sto riferendo alle banconote, bisogno indispensabile per ogni persona,fonte di potere per ogni
nazione,e rappresentazione della nazione che le mette in circolazione.
Nel contesto storico in cui ci troviamo ora le due “monete” più importanti al mondo sono il dollaro e l’euro......(continua sul N°4 della rivista "Scienza e Mistero")



Scienza e fede nel cinema di fantascienza:
Star Trek e Star Wars a confronto
(Prima parte)

a cura di Riccardo Rosati, riccardo.rosati1974@libero.it, Laureato in Lingue e Letterature straniere, saggista e articolista su pubblicazioni italiane e straniere, è autore di diversi libri relativi all'"analisi dei fenomeni sociali attraverso le varie forme artistiche, segnatamente nella letteratura e nel cinema"; tiene un corso di "Cultura Fantastica", presso l’Università del 2000 a Roma - Pag.18

“Il cuore ha delle ragioni che la ragione non conosce.”
Blaise Pascal

Due icone della società occidentale
Questo saggio vuole mettere a confronto le due più celebri saghe fantascientifiche che la Settima Arte abbiamo mai partorito: Star Trek e Star Wars [1]. Ci concentreremo su di un aspetto che la saggistica italiana non ha finora approfondito, ovvero il ruolo che la fede e la scienza ricoprono nel concept di queste due opere. Infatti, se SW incarna l’eterno conflitto tra il Bene e il Male, donando all’aspetto trascendente un ruolo assolutamente di primo piano, ST si attesta invece come una opera di stampo positivista, lasciando pochissimo spazio alla questione religiosa, la quale viene esclusivamente giudicata da un punto di vista meramente antropologico, dunque ridotta a semplice rito e mai riconosciuta come elemento base di una civiltà.
Sono state volutamente escluse dalla analisi le numerose fanzine e prozine dedicate alle due saghe, per favorire una riflessione meno legata a un mero nozionismo, tipico di queste pubblicazioni.
Sappiamo che il tema in questione è vasto almeno quanto le opere che andremo ad analizzare, tuttavia ci auguriamo di poter individuare quelle che possiamo a buona ragione considerare le due anime portanti della fantascienza [2], e in fondo del fantastico più in generale: da una parte la lotta dell’uomo contro le sue debolezze, incarnate da un demone o, come nel nostro caso, da un Lato Oscuro, dall’altra la sempiterna sfida di alcuni moderni Ulisse, i quali si spingono verso luoghi ignoti alla ricerca della conoscenza.
Ricordiamo inoltre che da sempre la fantascienza ha come caratteristica quella di essere un genere contenitore, ovvero di proporre, oltre al tema pseudoscientifico, questioni che vanno dalla politica alla sessualità; persino rivisitare generi come la commedia o il dramma epico. Il passo è breve per capire......(continua sul N°4 della rivista "Scienza e Mistero")



Riflessioni attorno al Crop Circle di Pontecurone

a cura di Eugenio Ballini, eug67@supereva.it, Membro Gruppo Camelot, European UFO Survey e Associazione Sentinel Italia - Pag.22

Pontecurone, situato in provincia di Alessandria (circa 3850 abitanti) [1], è una cittadina sconosciuta ai più, se non fosse per alcuni avvenimenti accaduti in questi ultimi anni. Essa è infatti diventata famosa, almeno per chi come noi si occupa di queste tematiche borderline, per essere stata scelta (da chi lo vedremo in seguito) come sede di un fenomeno che è ben conosciuto da diversi decenni, e che ha caratterizzato soprattutto la parte meridionale dell’Inghilterra: il fenomeno dei cerchi nel grano.
Alcuni mesi or sono, il 23 giugno 2008 per la precisione, un nostro lettore di Novi Ligure, il Sig.Valerio Carrega, ci ha prontamente informato, grazie ad una email e all’immagine che mostriamo in queste pagine [2], del ritrovamento casuale di un crop circle nella zona di Pontecurone; queste le sue parole:
“Gentile redazione di “Scienza & Mistero”,
volevo segnalarvi questo bel crop circle che ho visto stamattina, 23/06/2008, alle ore 7.30 circa, mentre passavo sul ponte che scavalca la ferrovia a Pontecurone in direzione di Castelnuovo Scrivia (AL). La foto che allego è stata scattata alle ore 15.10. La struttura ha un diametro di circa 60 metri.”
Il sopralluogo al campo in oggetto, in cui è “magicamente” apparso il crop circle, effettuato dai nostri collaboratori del Gruppo HWH22 [3] è avvenuto il giorno stesso e successive ricerche sono state effettuate nei giorni successivi, sia da loro, che dallo stesso Valerio.
Non vogliamo andare troppo in dettagli relativamente a questo crop circle, ma soltanto rifletterci un po’ sopra...... Prima di tutto vediamo le conclusioni raggiunte da entrambi:
“Il crop circle è un falso, e anche fatto male.”
Puntualizziamo, infatti, quello che ha fatto notare Valerio......(continua sul N°4 della rivista "Scienza e Mistero")



The B.E.F.E.C.® International – Italia – S.r.L.
THE BIO-ENERGY FIELD EFFECT CONVERTER
Sistemi avanzati di risanamento ambientale e di protezione da inquinamento elettromagnetico
(seconda parte)


a cura di Dr. Mario Zandegiacomo ( amm. unico della B.E.F.E.C. International - Italia - Srl, Via del Pucino 127, 34014 Trieste ) - Pag.24

(prima parte sul N.3 di Scienza e Mistero)
La depolarizzazione dell’acqua
Pertanto, poiché è dimostrato che la molecola d’ acqua risulta partico-larmente sensibile alle variazioni del campo elettromagnetico indotto per risonanza e che, grazie alla tecnologia B.E.F.E.C.® – che prevede l’applicazione di appositi convertitori passivi (cioè senza l’emissione di corrente o di onde elettromagnetiche) – è possibile ripolarizzare, in modo assolutamente riproducibile, gli effetti a lungo termine del campo elettromagnetico inducente (CMT e radiazioni) sulle molecole d’acqua presenti all’interno delle murature, diminuendo la capacità capillare, che per gravità, tenderanno ad essere progressivamente riassorbite nel terreno.
L’ipotesi di base che ha permesso ai ricercatori della B.E.F.E.C.® di perfezionare e dimostrare attraverso i risultati ottenuti, gli stessi principi fisici per i quali la tecnologia è stata ideata, è quella per cui il campo elettromagnetico terrestre e le radiazioni cosmiche filtrate dall’atmosfera, sono in grado di influenzare a livello vibrazionale gli edifici ed, in modo differente, ogni corpo.
Si è osservato, dunque, che i danni prodotti agli edifici e dei quali usualmente si attribuisce la causa......(continua sul N°4 della rivista "Scienza e Mistero")
 
Collegati a questo articolo si possono trovare questi altri due:

Striscia la Notizia in Camera di Commercio di Trieste - Blog Pilotati e Caccia alle Streghe in Italia:
la Questione della Targa Enigmatica
Lettera Aperta del Dr.Mario Zandegiacomo........ [notizia completa]

La Caccia alle Streghe nel Terzo Millennio
Dr.Massimo Teodorani, Ph.D........ [notizia completa]



Opinionando: Spazio alle Vostre Riflessioni...
Credere o Non Credere...

a cura di Danilo Tacchino, Danilo.Tacchino@torino.marelli.it, Ufologo, Poeta e Scrittore, Membro Gruppo Camelot - Pag.26

Lasciarsi prendere da una sana voglia di scoprire nuove fonti nel limite millenario che vuole l'uomo antropocentricamente solo e unico, elemento insostituibile della grandezza di Dio, mentre tutto lo scenario del percorso storico dell'uomo che ci viene raccontato muta radicalmente negli ultimi cento anni e trova nuovi ritmi e nuove crisi, travolta da un nichilismo che richiede ad ogni singolo individuo di cimentarsi attraverso le proprie conoscenze, la propria realtà e i suoi impulsi. Ciò che ne sta venendo fuori, non è una sana ricostruzione dei fatti e dei momenti sociali e collettivi nuovi che insegnano all'uomo diverse logiche d'impegno, di riflessione e di ricerca. Ne vien fuori una forte ridda di contrapposizioni che aumentano il pericolo di anomalie nella gestione delle regole.
L’appassionato del pensiero accettabilista della presenza di esseri intelligenti d’altri mondi sul nostro Pianeta è colui che in un modo o nell'altro ha "l’imprinting" per poter divenire ufologo. Ufologo, da Ufologia: Logia dell’UFO, ovverosia conoscenza del disco volante non identificato. A maggior ragione ufologo come conoscitore perchè studioso degli eventi collegati all’oggetto volante non identificato. Da qui, il passo che comporta queste cognizioni alle interpretazioni pseudo religiose o peggio ancora, all’utilizzo di un "desiderata" ad una certezza è breve: Chi non crede più agli UFO non si può più definire un ufologo.... A parte il fatto che la reale legittimazione della coniazione di questo termine non ha mai avuto luogo, e nel termine in questione continuiamo a dibattere per sedimentare una sperequazione professionale o specialistica che......(continua sul N°4 della rivista "Scienza e Mistero")



La Prima Scuola Materna Pubblica Italiana, in Architettura Steineriana

a cura di Mario Biganzoli, biganzolimario@cardanoalcampo.inet.it, Architetto, BioArchitetto e Scenografo; Assessore alle Politiche Sociali e Sanitarie Comune di Cardano al Campo, VA, - Pag.27

Rudolf Steiner, grande pensatore tra ottocento e novecento, ci ha donato una VIA, un TAO per analizzare il Vissuto Universale: l’Antroposofia, cioè, l’incontro tra il Modello Antropologico e la sua Energia Spirituale in una Dimensione Cosmica. Così parlò Steiner, di Pedagogia, Medicina, Architettura, Filosofia, Sociologia. Fu odiato dalle gerarchie ecclesiastiche perché parlò dello Spirito come Materia e fu sospettato dai Razionalisti perché diede una valenza spirituale alla Materia. Volle semplicemente dire che l’Uomo si può innalzare a livelli altissimi e giocare il suo ruolo nell’universo perché è “fatto ad immagine e somiglianza di Dio”, quel Dio che è l’”Energia Vitale”, il “Chi” o Prana che tutto permea e tutto avvolge e che interagisce con quella specie vivente che ha il più alto numero di punti di agopuntura : l’Uomo e la Donna. Noi siamo fatti per vivere in Armonia e dobbiamo usare la Scienza per elaborare Modelli Armonici.
L’Architettura come Scienza plasmatrice dell’Energia Vivente.
Questa Scuola, ha un’Anima, perché racchiude dentro di sé i concetti di Energia di Forma. In pianta, o se potete vederla dall’alto, richiama il simbolo della sinusoide o del Serpente, mentre le aule, se le vedreste dall’alto (sezione in pianta) hanno una forma che richiama la Geometria del Pentagono. Il magico numero 5. I Pitagorici capirono che il Pentagono è un potente simbolo perché circoscrive la Stella a 5 punte, la quale inscrive il Pentagono e via così nell’infinito rapporto di implosione ed esplosione. La stella a 5 punte racchiude in sé l’affascinante Rapporto della Sezione Aurea : 1.618…. , rapporto che è alla base di moltissime, oserei dire quasi tutte, forme di vita e che scaturisce anche dalla Serie di Fibonacci. Il 5 come magico numero e lo capì Pitagora, dopo aver studiato in Egitto. Capì che Horus fu generato dall’unione di Osiride e di Iside......(continua sul N°4 della rivista "Scienza e Mistero")



UFO News
di Lucia Puxeddu, l.puxeddu@tin.it, scrittrice, web designer, è webmaster del sito www.primocontatto.net  - Pag.29

1) NIENTE ALIENI A CARONIA - Colpo di scena a Canneto di Caronia: la procura di Mistretta smentisce il pool di scienziati che aveva indagato sui misteriosi incendi del 2004, e archivia il caso riproponendo la spiegazione del dolo. Non si tratterebbe di incendi provocati da......(continua sul N°4 della rivista "Scienza e Mistero") 

2) MORBO DI MORGELLONS E SCIE CHIMICHE - Una sconcertante rivelazione sul cosiddetto morbo di Morgellons è stata resa nota in un forum sul morbo di Lyme (malattia similare, ma provocata dalla puntura di un parassita). Le urine di un paziente, esaminate al microscopio, mostrerebbero infatti la presenza di......(continua sul N°4 della rivista "Scienza e Mistero")

3) UFO NEI CIELI ITALIANI - A Cicognola, in provincia di Pavia, è stata avvistata una sfera luminosa e pulsante, che ha sorvolato il cielo notturno per poi confondersi tra le stelle. Un altro UFO (questa volta di forma cilindrica) è stato invece avvistato da più testimoni e ripreso da una videocamera amatoriale......(continua sul N°4 della rivista "Scienza e Mistero")

4) UFO AL LASER SHOW - In Cina, nel corso di uno spettacolo realizzato con l'ausilio di raggi laser nella piazza di Chaotianmen, a Chongquing, sarebbe stato fotografato un enorme oggetto dalla caratteristica forma di “trottola” sospesa per aria. Le dimensioni dell'oggetto sarebbero state mastodontiche......(continua sul N°4 della rivista "Scienza e Mistero")

5) CHE TRAFFICO NEI CIELI INGLESI! - 20 giugno - Un elicottero della polizia inglese ha rischiato la collisione con un UFO mentre sorvolava la zona di Cardiff (Galles) nei pressi della base militare di St. Athan. L'elicottero, dopo aver evitato il peggio grazie ad una manovra tempestiva, si è poi lanciato all'inseguimento......(continua sul N°4 della rivista "Scienza e Mistero")

6) TERRA, TERRA, TERRA - La “tripletta del Pittore” è un insieme di ben tre pianeti simili alla Terra che sono stati di recente scoperti dall'astronomo Michel Mayor, dell'Osservatorio di Ginevra. I pianeti si trovano nella costellazione del Pittore, distante da noi 42 anni luce, e gravitano attorno......(continua sul N°4 della rivista "Scienza e Mistero")

7) RITORNO A CASA - Si è spento in una clinica di Roma Eufemio del Buono. Ufologo, esoterista e contattista, nonché padrone del caffé-ristorante Lo Zodiaco, del Buono era un personaggio notissimo sia ai semplici appassionati di ufologia che agli addetti ai lavori. Così annuncia la triste notizia Maurizio Baiata......(continua sul N°4 della rivista "Scienza e Mistero")


Saggistica
- Pag.30



 





 

 


 Banner Pubblicitario


 

Banner Grosso
(900 x 294)

Banner Piccolo 
(400 x 131)

Banner Micro
(240 x 79)





Vi ricordiamo che siete ancora in tempo utile per proporre un articolo, un report di una conferenza, una recensione di un libro, etc... alla nostra redazione!!! 
Inviate una e-mail al seguente indirizzo: info@scienzaemistero.com ; sarà nostra cura vagliare con attenzione il vostro messaggio e rispondervi in tempi brevi.  

Vi ricordiamo che tutte le notizie relative alla rivista "Scienza e Mistero" si potranno avere iscrivendosi alla Newsletter Informativa.

 

Tutti i numeri della Rivista si possono ricevere a casa tramite abbonamento, acquistare nelle edicole o librerie convenzionate, nonché alle Conferenze della Sentinel Italia, del Gruppo Camelot o delle Associazioni che collaborano con "Scienza e Mistero".

Scienza e Mistero On-line
Webmaster: info@scienzaemistero.com.
Copyright 2007 Scienza e Mistero. Tutti i diritti riservati.

Abbonamento Annuale
a 6 numeri
costo 10 Euro, Spedizione
in Italia, Tramite PayPal
o Carta di Credito

ricordarsi di specificare:
Abbonamento Annuale
Rivista "Scienza e Mistero" +
Nome, Cognome e Indirizzo
di Spedizione

Abbonamento Annuale
a 6 numeri
Per l'Estero -->>

 

 

LA REDAZIONE: info@scienzaemistero.com 



 

 

 FORUM UFOLOGICO : Camelot Forum | CHAT UFOLOGICA : Chat Camelot | MAILING LIST UFOLOGICA : Camelotlist