Google
 
Web www.scienzaemistero.com

  Rivista Bimestrale di Ufologia, Mistero, Astronomia, Scienze di Frontiera, Archeomisteri, Esobiologia, Informazione Alternativa... 

ARTICOLI NON INEDITI INTERESSANTI

Vi presentiamo in queste pagine una serie di articoli che sono stati già pubblicati in internet o in riviste e libri, e che quindi non abbiamo potuto inserire nella rivista; ve li presentiamo all'interno di una rivista virtuale, gratuita, che si va ad affiancare alla rivista reale cartacea; ve li presentiamo poiché ci riteniamo siano decisamente interessanti.

(N°1 - N°2 - N°3) Numero 4, Novembre 2008 (N°5)

 Sommario con brevi estratti





Il Fischio del Pollo
Ovvero, Come Abbindolare o Addormentare la Pubblica Intelligenza -->>
del Dr.Massimo Teodorani, Ph.D., mlteodorani@alice.it, Astrofisico con esperienza di ricerca lunga e documentata (sia teorica che osservativa) nei diversi campi dell’astronomia, astrofisica e fisica delle anomalie, scrittore scientifico in diversi campi della meccanica quantistica, della fisica generale e dei fenomeni anomali, 
Articolo pubblicato sul sito web www.automiribelli.org alla pagina web:
www.automiribelli.org/docu/Massimo_Teodorani_Il_Fischio_Del_Pollo.pdf


Quadro Sinottico
Questo è un “non-articolo” scritto miratamente per essere volutamente irrituale, non formale, bacchettante, irriverente, sarcastico e in generale “non-canonico”, ma solo con il proposito di cercare di far riflettere (a volte ridacchiando) sulla vera radice della stupidità umana della nostra epoca. Nella prima parte si parlerà delle devastazioni mentali e psichiche prodotte dal “movimento New Age”, da uno strano modo di intendere la cosiddetta “ufologia”, dalle sette organizzate e da una maniera errata e deviante di intendere la conoscenza, non senza aver menzionato l’ilarità suscitata dalla “reazione” (ma anche dalla sostanziale inazione) delle congreghe “scettiche” a questo movimento contrapposte. Nella seconda parte si tenterà di individuare la natura del Grande Pifferaio (ovvero: il pollo fischiante) che sta producendo tutto questo, discutendone a lungo le strategie e le azioni da esso concertate. Nella terza e ultima parte si proporranno alcune azioni in grado di arginare l’esondazione ora crescente della stupidità umana, non senza aver fatto i dovuti distinguo. Parteciperà ogni tanto alla discussione Trismegisto (figura tanto immaginaria quanto reale), il contadino romagnolo, che commenterà con saggezza ed antica erudizione gallo-romanza alcuni punti..... Continua...-->>
versione PDF Completa Scaricabile: Il Fischio del Pollo




Guerre Spaziali a Savio di Ravenna -->>
a cura di Andrea Doria, ricercatore, studioso, membro Ass.Sentinel Italia e appassionato di tematiche misteriose
Articolo pubblicato sul sito web AutomiRibelli.org alla pagina web:
http://www.automiribelli.org/2008/10/guerre-spaziali
Posted By Andrea On 1 Ottobre, 2008 @ 6:49 pm

Per poter stilare e completare il seguente articolo, è stato necessario un certo periodo di preparazione, ed è per questa ragione che ultimamente sono mancato dalla rete. Mi dispiace non essere stato presente, e ringrazio sentitamente tutti quelli che prontamente mi hanno scritto preoccupati credendo mi fosse successo qualcos’altro. Grazie sto bene. E non centrano assolutamente i tentativi di aggregazione a forme di pensiero estremiste e fideiste di cui sono stato fatto oggetto assieme al Dr. Teodorani. In verità avevo bisogno del tempo necessario per eseguire un semplicissimo TEST, e qui di seguito ve lo vado ad illustrare. Chiaramente, ve lo anticipo, dopo l’esposizione di quanto ho da dire verrò immediatamente tacciato di “debunkerismo”, ancora di più di quanto non lo sia già ora. Eh sì perché, vedete, coloro che mi vogliono schierato dalla loro parte o dall’altra, non possono accettare che io me ne stia invece per i fatti miei, che abbia una teoria tutta mia, e che pensi SOLO ed ESCLUSIVAMENTE con la mia testa. Purtroppo nel concetto duale della vita quotidiana, o stai di “quà” o stai di “là” capito? Non puoi essere un semplice osservatore esterno (ed estraneo) di entrambi gli “schieramenti”. No. In questo modo sei come si dice il “terzo incomodo”, e questa cosa, per alcuni non più in grado di vedere chi è amico e chi è nemico, è assolutamente inaccettabile. La cosa più buffa e divertente è che questi concetti nascono proprio da persone che vanno propagandando “l’unicità” attraverso la parola di Krishnamurti (pace all’anima di un VERO grande) come fossero quelle della “nuova bibbia” del provetto “risvegliato”. Alcuni frequentano i corsi di Fabrizio Ponzetta, cercando di innalzare tutti i vari SE superiori disponibili, ma poi continuano a comportarsi esattamente né più e né meno di un gruppo di tifosi da Curva Nord..... Continua... -->>




Le Mura Palatine
 -->>
a cura di Nicoletta Travaglini, nicolettatravaglini@libero.it, laureato in Lingue e Letterature straniere, fotografa paesaggista non professionista, traduttore internazionale accreditata presso l’UNESCO, appassionata di archeologia misteriosa scrive per diverse riviste di tematiche misteriose,
Articolo pubblicato sul sito web "Il Sito del Mistero" alla pagina:
http://it.dada.net/freeweb/ilsitodelmistero/lemurapalatine.htm


Di fronte all’imponente profilo del massiccio montuoso della Majella, in Abruzzo e più precisamente, nella provincia di Chieti, si staglia il Monte Pallano; un colle sulla cui sommità svetta il simbolo della società moderna e tecnicizzata: il ripetitore tv e antenne per la telefonia mobile; poche balze più in basso, però, vi sono i ruderi di un’antica “gosthtown”, delimitata da una possente cinta muraria, composta da blocchi di pietra calcarea sovrapposti a secco.
Il Monte Pallano è alto all’incirca 1020 metri ed è avvolto da una fitta vegetazione che va dalle querce fino ai lecci, passando per i cerri e faggi. Il suo territorio è diviso tra il comune di Archi, Atessa, Tornareccio e Bomba. La fauna che popola questo primitivo angolo d’Abruzzo è composto da: volpi, tassi, lepri, qualche cinghiale, ovviamente i serpenti, ramarri e uccelli rapaci notturni e diurni.
Questo luogo funge da spartiacque tra la valle del Sangro e quella dell’Osento. Dalla sommità di questo monte lo sguardo si perde sulle cime dell’Appennino Marchigiano fino a immergersi nelle coste della ex Jugoslavia, sostando sul Faro di Puntapenna a Vasto, e sull’antica Abbazia di Santo Stefano ad Riva Maris, potente monastero distrutto dai mori.
L’aspetto peculiare di Monte Pallano è costituito da mura ciclopiche che si ergono per circa 163 metri in prossimità della vetta, raggiungono l’altezza e lo spessore di circa 5 metri; essi risultano leggermente inclinati rispetto al terreno circostante e recingono solo parte del versante di Tornareccio, poiché il resto è difeso dall’asperità del paesaggio come: canaloni, vegetazione intricata, angusti viottoli, rocce etc...... Continua...
 -->>




Tributo a Marco Todeschini nel Ventennale della sua Scomparsa
-->>
a cura di Fiorenzo Zampieri, zampierifiorenzo@yahoo.it, ricercatore appassionato di tematiche misteriose, noto per i suoi studi su Todeschini, membro dell'"Associazione Culturale Nuova Ricerca"
Articolo pubblicato sul giornale "Eco di Bergamo" nella rubrica Lettere.

Il 13 ottobre 1988 lo spirito immortale di Marco Todeschini lasciava il suo corpo per tornare in quella dimensione spirituale della cui esistenza, con grande genio, ci aveva donato le prove inconfutabili.
Sono trascorsi vent'anni da quel giorno e quindi ci corre l'obbligo e l' onore ricordarlo.
Non vogliamo però ripercorrere ancora una volta le tappe già conosciute della sua vita (che ci riserviamo di riproporre in estrema sintesi in calce a quest'articolo) e dei riconoscimenti ricevuti per la sua opera scientifica ma svelare, in quest'occasione, un suo lato poco conosciuto sebbene anch'esso, a parer nostro, di grande interesse.
Todeschini era dotato di una sensibilità particolare che l' ha avvicinato, fin da giovane, al mondo della poesia e che lo stimolava a cimentarsi con essa, per suo vezzo personale. Ma anche in questa attività volle distinguersi, tanto che la sua maggior fatica poetica, oltre a scrivere moltissime poesie di natura sentimentale, religiosa e patriottica, si esplicò nella volontà di produrre un Poema davvero ambizioso ed originale.
Il Poema proponeva di porre in versi la vita e le opere dei più grandi personaggi della Scienza, della Storia, e della Cultura mondiale, spaziando dall'Astronomia alla Letteratura, dalle Esplorazioni e Scoperte alla Matematica, e così via..... Continua...
-->>




Profezie del Tempo Zero
-->>
a cura di Ferdinando Guazzotti, ufologo, ricercatore, è uno dei padri dell'ufologia lombarda; membro Centro Astronomico Ufologico Lombardo, UFOCenter Rozzano e Gruppo Camelot,  


PROFEZIE DELL'ANNO ZERO
Pare un fatto di moda da qualche tempo a questa parte. Parlare in certi ambienti di imminenti catastrofi ambientali: dall’inquinamento atmosferico. Alle instabilità geologiche, dovute ad eventi naturali che sottopongono il nostro pianeta a tensioni e cambiamenti ciclici che da sempre si manifestano ad intervalli geologici di svariati milioni di anni.
Tutto ciò non dovrebbe turbare più di tanto le popolazioni che vivono sull’intero globo terracqueo da tempo immemore, poiché è di pubblico dominio essere a conoscenza che la terra è in continua trasformazione e, che quindi, terremoti, eruzioni vulcaniche, eventi atmosferici violenti ed altri fenomeni meno cruenti ma periodici (come II passaggio delle comete) fanno parte della potenza generatrice della creazione; nonostante tutto ciò fino a qualche secolo fa, simili fenomeni mietevano timori quasi reverenziali allo scatenarsi di questi eventi circostanziati da episodi molto spettacolari capaci comunque di intimorire le popolazioni convinte di potenziali minacce dal cielo per mettere in pericolo la loro vita. Simili avvenimenti venivano interpretati come l’ira degli (dei). Credenze popolari dettate dall'ignoranza e dalle superstizioni che in tempi privi di conoscenze scientifiche dominavano le menti ottuse ed esaltate dei villici.
Ancora oggi purtroppo sopravvive la superstizione quale elemento negativo e pernicioso, difficile da eliminare in modo definitivo dalle varie culture prive di erudizione, rimaste congelate in vecchie tradizioni..... Continua...
-->>




Le Piramidi furono costruite dall'alto
-->>
a cura di Diego Baratono, ricercatore indipendente, archeologo, saggista e scrittore torinese,
Articolo pubblicato sul blog di libero.it alla pagina: 
http://blog.libero.it/DiegoBaratono/4731134.html
20-05-2008 - 11:04


Il più intricato enigma legato al complesso mondo dell'Antico Egitto potrebbe essere prossimo a una soluzione, grazie alle ricerche certosine di Diego Baratono, egittologo attivo all'Università di Torino. Baratono in anni di studi ha dato vita a teorie convincenti e puntualmente verificate sul campo, riguardanti la costruzione della grande piramide di Cheope e di quelle attigue di Chefren e Micerino, sulla piana di Gizah (periferia occidentale del Cairo). Il luminare torinese è riuscito, con appropriati rilevamenti sul terreno, a provare l'esistenza all'epoca della costruzione delle tre piramidi (IV Dinastia, attorno al 2550 a. C.) di un terrapieno, da lui denominato ‘terzo livello della piana di Gizah'; una sorta di altura ben al di sopra del piano calpestato, che costituì il livello d'appoggio delle piramidi e dunque la base di lavoro, dove gli operai trasportarono i blocchi per la futura struttura.

Come venne di fatto costruita la piramide? Gli enormi blocchi furono innalzati sulla sommità del terrapieno mediante l'utilizzo di slitte o di traversine in legno, capaci di far scorrere massi di elevato tonnellaggio e da lì vennero prima calati "in situ" e poi sistemati con traiettoria sempre più orizzontale. Una volta che la nuova costruzione raggiunse il livello del terrapieno gli ingegneri egizi iniziarono..... Continua...
-->>




Numero 1, Dicembre 2007 - Sommario con brevi estratti

Numero 2, Febbraio 2008 - Sommario con brevi estratti

Numero 3, Maggio 2008 - Sommario con brevi estratti

Numero 5, Febbraio 2008 - Sommario con brevi estratti

 


 


 Banner Pubblicitario


 

Banner Grosso
(900 x 294)

Banner Piccolo 
(400 x 131)

Banner Micro
(240 x 79)



 
Vi ricordiamo che siete ancora in tempo utile per proporre un articolo, un report di una conferenza, una recensione di un libro, etc... alla nostra redazione!!! 

Inviate una e-mail al seguente indirizzo: info@scienzaemistero.com ; sarà nostra cura vagliare con attenzione il vostro messaggio e rispondervi in tempi brevi.  

Vi ricordiamo che tutte le notizie relative alla rivista "Scienza e Mistero" si potranno avere iscrivendosi alla Newsletter Informativa.

 

Tutti i numeri della Rivista si possono: ricevere a casa tramite Abbonamento, acquistare nelle edicole specializzate e alle Conferenze della Sentinel Italia e del Gruppo Camelot

Scienza e Mistero Online
Webmaster: info@scienzaemistero.com.
Copyright 2007 Scienza e Mistero. Tutti i diritti riservati.

Abbonamento Annuale
a 6 numeri
costo 10 Euro, Spedizione
in Italia, Tramite PayPal
o Carta di Credito

ricordarsi di specificare:
Abbonamento Annuale
Rivista "Scienza e Mistero" +
Nome, Cognome e Indirizzo
di Spedizione

Abbonamento Annuale
a 6 numeri
Per l'Estero -->>

 

 

LA REDAZIONE: info@scienzaemistero.com 



 

 

 FORUM UFOLOGICO : Camelot Forum | CHAT UFOLOGICA : Chat Camelot | MAILING LIST UFOLOGICA : Camelotlist